L’eccezione catalana

Ci sono dei casi in cui non avere sufficienti informazioni su una situazione specifica può essere utile: dato che è saggio non prendere parte in una questione di cui non si sa abbastanza e che non preme direttamente, permette di considerare la faccenda come exemplum di una fattispecie più ampia e generale, utilizzandola per mettere … More L’eccezione catalana

Barconi, galere e utopie

La questione del massiccio afflusso di richiedenti asilo in Italia è inquadrata, da ogni parte, dall’inizio e ogni giorno di più, sotto la doppia lente distorcente dell’ideologia e dell’emergenza. Esaminare il funzionamento di questa doppia lente è di estrema utilità, anche al di là della serie di fatti in questione, ma potrebbe essere ancora più … More Barconi, galere e utopie

La sciagura rossobruna

Nella stagione di intensa militanza seguita al Sessantotto, cercò di affermarsi un filone detto “nazi-maoista”, che si raccoglieva intorno al gruppo “Lotta di popolo” e che cercava, con una certa confusione, di sovrapporre un abituccio nazionalista, identitario e tradizionalista alle istanze di giustizia sociale e di lotta alla democrazia borghese proprie della sinistra extraparlamentare, spesso … More La sciagura rossobruna

La trappola del piccolo

Ogni populismo, a ogni latitudine, si impaladina a difensore della piccola impresa, del piccolo commercio, dei piccoli risparmiatori, in una parola: della piccola borghesia. Si tratta di una scelta precisa o, per essere più precisi, visto che ogni scelta implica una precisa consapevolezza, della conseguenza necessaria della natura stessa del populismo, per due ordini di … More La trappola del piccolo

L’unificazione dei poteri

Diceva Machiavelli che i conflitti sono la salute delle repubbliche, e certamente quella americana è una repubblica molto conflittuale: la divisione dei poteri e la struttura federale sono una continua fonte di dispute tra esecutivo, legislativo e giudiziario e tra lo stato centrale e quelli federati; questa caratteristica, unita alla peculiare natura del sistema basato … More L’unificazione dei poteri

Da dove puzza il pesce?

Un detto comune vuole che il pesce inizi a puzzare dalla testa, vale a dire che il generale degrado e l’universale corruttela di questo paese sarebbe da addebitarsi innanzitutto alla perversione morale, all’incapacità professionale e alla pochezza culturale della sua classe dirigente, e in particolare a quella categoria sommamente spregevole formata dai “politici”, termine che … More Da dove puzza il pesce?

la Trumptatura

Assistere alle prime mosse del nuovo presidente degli Stati Uniti vale come una lezione in presa diretta sulla trasformazione di una democrazia in un sistema autoritario, dal suo interno e senza fare ricorso, almeno per ora, alla forza o a plateali violazioni della legalità. Quella di Donald Trump si conferma, in ogni occasione, come una … More la Trumptatura

La libertà del padrone

Cercare di capirci qualcosa nel profluvio di annunci che negli ultimi giorni si sono succeduti sul blog dell’ineffabile Beppe Grillo non è facile, se non altro perché leggere una prospettiva unitaria in una matassa di argomenti così eterogenei rischia di incorrere in facili errori, il primo dei quali sarebbe naturalmente quello di presuppore una prospettiva … More La libertà del padrone

La più balla del mondo

Ogni volta che sento la solita tiritera della Costituzione più bella del mondo mi viene l’orticaria. Innanzitutto perché ho una particolare allergia a ogni manifestazione di quella particolare arroganza dell’ignoranza che permette di estendere all’universo le proprie poco fondate opinioni, esprimendosi in valutazioni di merito tanto più convinte quanto meno fondate, poi perché queste affermazioni … More La più balla del mondo

Setta a responsabilità limitata

La vicenda dello stimato collaboratore della signora Raggi è stata gestita in modo perfettamente consono alla statura intellettuale e morale dei suoi protagonisti. Credo che valga la pena analizzarla con una certa attenzione, dal momento che attraverso questa lente è possibile mettere in prospettiva le principali caratteristiche del movimento casaleggese. Mai come in questo caso, del resto, l’aggettivo si rivela appropriato: Virginia Raggi ha vinto le famigerate consultazioni online gestite dalla Casaleggio associati, è stata fortemente voluta dal fu Casaleggio padre, e a quanto pare è stata salvata dal figlio di cotanto padre, un tizio che per i suoi meriti, tutti ascrivibili all’anagrafe, e per i suoi modi potrebbe ben esser chiamato l’untuoso del signore. Per completare l’opera, la sindaca sarà d’ora in poi messa sotto tutela, per esempio dal vicesindaco ex leghista e compagno di merende della cara vecchia Casaleggio associati, vale a dire la stessa azienda con cui madame ha firmato il celebre contratto capestro prima della candidatura. … More Setta a responsabilità limitata